Il Pesto Genovese

– letteralmente un “battuto” di basilico – è una salsa tipica della cucina Ligure.
Realizzato tradizionalmente con l’utilizzo del mortaio di marmo e del pestello di legno, il Pesto rappresenta uno dei più conosciuti prodotti del made in Italy. Per poter chiamare un prodotto “Pesto Genovese” (e per poterne utilizzare – dietro autorizzazione – il marchio) è necessario che le caratteristiche del prodotto siano conformi a quanto indicato nel disciplinare del Consorzio del Pesto Genovese. Tuttavia, vengono stabilite delle caratteristiche chimico/fisiche che non è possibile rispettare in caso di prodotto industriale stabile a temperatura ambiente.

Al momento, quindi, la denominazione “Pesto Genovese” è riservata al prodotto fresco, realizzato secondo il disciplinare.
Per gli altri prodotti, compresi quelli di qualità più elevata, sarà necessario utilizzare la dicitura “Pesto alla Genovese”. Resta ovviamente ferma la possibilità di potersi fregiare dell’utilizzo di Basilico Genovese D.O.P. e del corrispondente marchio qualora ne esistano i presupposti.

Esistono ormai

diverse varietà di Pesto,

ognuna delle quali

è ulteriormente differenziabile

in base alla “nobiltà”

degli ingredienti.

  • Pesto non pastorizzato

  • Pesto di qualità economica

  • Pesto di qualità media

  • Pesto di qualità elevata

  • Pesto di qualità biologico

  • Pesto vegetariano

  • Pesto vegano

  • Pesto fresco